Italia, il partito di Renzi lascia la coalizione di governo

Italia, il partito di Renzi lascia la coalizione di governo

Ore 14:24:00 - L'ex premier Matteo Renzi, leader del partito Italia Viva, ha annunciato oggi le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti, oltre che del sottosegretario Scalfarotto, eliminando di fatto la maggioranza che sosteneva l'attuale governo italiano guidato da Giuseppe Conte.

È stato creato «un vulnus nelle regole del gioco, delle regole democratiche» —ha affermato il politico fiorentino— e «nell'affermare la fiducia incrollabile in Mattarella» —ha aggiunto— «pensiamo si debbano affrontare tre punti cardine».
«Il primo è di metodo: non consentiremo a nessuno di avere pieni poteri, abbiamo fatto un governo per non darli a Salvini», sottolinea, attaccando «l'utilizzo in modo ridondante delle dirette tv, quello discutibile della delega ai servizi». «Se c'è un'apertura politica vera, si misura in Parlamento non in un angolo di una piazza. Abbiamo fatto i tavoli politici, se vuoi fare un'apertura vera la fai sui contenuti».

«Sul Recovery [sono stati fatti] passi importanti» —riconosce— «ma resta un grande problema: perché non si prende il Mes? Mes vuol dire più fondi per la sanità, non prenderli per un motivo ideologico è inspiegabile, irresponsabile». Quindi Renzi ribadisce quanto promesso ieri: «Voteremo a favore dello scostamento di bilancio, delle misure sul Covid e del decreto Ristori. Siamo pronti a dare una mano, a parlare di tutto con tutti, senza ideologia. Non siamo irresponsabili».