«Ci vorranno 4 anni per ratificare l'accordo Ue-Messico»

«Ci vorranno 4 anni per ratificare l'accordo Ue-Messico»

È stata presentata questa mattina all'ambasciatore del Messico in Italia, Carlos Garcia de Alba —in visita in questi giorni in Friuli Venezia Giulia— la Confindustria locale, rappresentata dal vicepresidente Sergio Barel, frutto della fusione tra le associazioni territoriali di Gorizia, Pordenone e Trieste, che rappresenta oltre 1.100 imprese industriali con oltre 56 mila addetti.

L'area in questione all'interno presenta, in percentuale, la più alta concentrazione italiana di start-up, un aspetto che García de Alba ha dimostrato di conoscere è apprezzare, tanto da averne in più riprese decantato il forte connubio tra scienza e ricerca applicata.

«Ringrazio Elettra per l'invito e per avermi dato la possibilità di meglio comprendere le potenzialità di Trieste nella scienza e nella tecnologia. Sono stato al Sincrotrone e vedremo di portare qui scienziati messicani, ma anche di sviluppare una replica, un clone del sincrotrone in Messico». L'incontro è stato inoltre l'occasione per presentare al diplomatico messicano alcune delle eccellenze imprenditoriali del territorio, da Fincantieri a Illycaffè, da Wartsila a Brovedani group, da Electrolux a Cimolai, e numerose altre.

Dal canto suo, l'ambasciatore ha voluto sottolineare che «Il nuovo Nafta entrato in vigore lo scorso luglio è totalmente diverso da quello siglato nel 1994, e offre enormi potenzialità per chi è già presente in uno dei tre Paesi nord americani, ossia Usa, Canada e Messico. È, quindi, una grande opportunità per le aziende italiane e del Friuli Venezia Giulia».

Ed ha aggiunto: «C'è un nuovo accordo già firmato, ma non ancora in vigore, [anche] tra il Messico e l'Ue, che dovrà essere ratificato dai 27 Paesi membri —ci vorranno quattro anni per arrivare alla ratifica— e che permetterà di applicare bilateralmente l'abbattimento dei dazi doganali».