Morti da Covid, Italia e Messico in testa alle cifre proporzionali

Morti da Covid, Italia e Messico in testa alle cifre proporzionali

Ore 12:12:30 - Le registrazioni dei casi confermati e dei decessi dovuti al Covid-19 sono sicuramente incomparabili tra i Paesi del mondo, poiché dipendono da processi amministrativi non omogenei e da diagnosi emesse sulla base di parametri non sempre standardizzati.

La Johns Hopkins University (JHU), comunque, da diversi mesi monitora l'evoluzione della pandemia, presentando, sulla base dei dati pubblicati da ciascuna nazione, un confronto che riporta, oltre alle cifre assolute, due importanti statistiche proporzionali nell'ambito dell'analisi di mortalità: il tasso di letalità osservata (il numero di decessi per ogni 100 casi confermati) e quello di decessi per ogni 100.000 abitanti.

Secondo le informazioni diffuse da questo ateneo privato di Baltimora, limitando queste due classifiche ai 20 Paesi del mondo più colpiti dal Covid-19 in termini di numero assoluto di morti, il Messico e l'Italia sono rispettivamente al primo posto.

Il Messico è numero uno nella tabella che tiene conto del rapporto tra casi confermati e decessi con 9%, seguito dall'Iran (4,7%) e dall'Italia (3,5%), mentre lo Stivale è in vetta alla graduatoria della mortalità da Covid-19 ogni 100mila abitanti, con 112,35 decessi, davanti alla Spagna (104,71) e al Regno Unito (100,23).

Ecco le tabelle estratte dal sito della JHU alle ore 10:49 (ora del Messico centrale) del 19 dicembre 2020

 

Tasso di letalità osservata nei 20 Paesi più colpiti
(numero di decessi per ogni 100 casi confermati)

 

Decessi per 100.000 abitanti nei 20 Paesi più colpiti

Fonte: Johns Hopkins University