Checo Pérez, storico trionfo a Sakhir

Checo Pérez, storico trionfo a Sakhir

Sul podio del gran premio di Sakhir non ci sono le solite Mercedes. Il secondo gp consecutivo nel deserto del Bahrain se lo è aggiudicato il messicano Sergio Pérez su Racing Point che, con una rimonta dall'ultimo posto dopo una situazione intricata al primo giro, ha conquistato la sua prima vittoria in carriera precedendo la Renault di Esteban Ocon (al primo podio) e il compagno di squadra Lance Stroll.

Una gara in chiaro scuro quella della Mercedes con George Russell a lungo in testa, poi, prima un errore al pit stop con uno scambio di gomme e poi una foratura rimandano il 22 enne britannico, sostituto di Lewis Hamilton al nono posto —ma sotto investigazione per la questione gomme— dietro a Valtteri Bottas, ottavo.

Ancora una domenica da dimenticare, o quasi, per le Ferrari. Leclerc, che pure in qualifica aveva centrato il quarto tempo, va fuori al primo giro con Max Verstappen mentre Sebastian Vettel chiude al dodicesimo posto.

«Sono senza parole, spero che non sia un sogno» —ha affermato Pérez a fine gara— «sono 10 anni che sognavo questo momento, non so cosa dire. Dopo il primo giro la gara era persa, ho cercato di fare il mio meglio e ho rimontato. Oggi la ruota è girata e abbiamo fatto una gara fantastica».