Nuovo lutto nel calcio: è morto Paolo Rossi

Nuovo lutto nel calcio: è morto Paolo Rossi

È morto a 64 anni Paolo Rossi, l'ex calciatore campione del mondo con l'Italia nel 1982. Ne ha dato notizia nella notte la moglie Federica Cappelletti, sul suo profilo Instagram.

Negli stessi minuti dava conto della scomparsa di Pablito anche il vicedirettore di RaiSport, Enrico Varriale: «Una notizia tristissima, ci ha lasciato» un «indimenticabile, che ci ha fatto innamorare tutti in quell'estate dell'82 e che è stato prezioso e competente compagno di lavoro negli ultimi anni».

Nonostante una carriera “troppo breve” alle spalle (appena 10 anni in Serie A, di cui 2 cancellati dalla vicenda delle scommesse), la corsa di Rossi alla notorietà e alla leggenda è costellata da tante serpentine, riuscite o meno: dall'esplosione nel Vicenza, all'amarezza nei lunghi giorni della squalifica, dai momenti indimenticabili del Mundial spagnolo, con i tre gol al Brasile che lo hanno proiettato nell'epopea del calcio e gli hanno inimicato un popolo intero (nel 1989, a carriera finita, in Brasile per un torneo di ex glorie, fu fatto scendere dall'auto da un tassista che lo aveva riconosciuto), al desiderio di tornare a essere uno qualunque.

«Nell'estate del 1982 con i suoi gol ha regalato un sogno a intere generazioni» —ha scritto il premier Giuseppe Conte su Twitter— «È stato il simbolo di una Nazionale e di un'Italia, unita e tenace, capace di battere avversari di enorme caratura. Addio a Paolo Rossi, indimenticabile campione. L'Italia ti ricorderà con affetto».