TORINO, 3 luglio 2006 - Ha trascorso una notte tranquilla Gianluca Pessotto, ricoverato nel reparto di rianimazione delle Molinette. Le sue condizioni sono stabili, invariate rispetto a quelle di ieri quando sono stati registrati visibili miglioramenti. L'ex calciatore, che Ŕ ancora intubato, risponde agli stimoli esterni quando viene ridotta la somministrazione di sedativi. E' quanto conferma il bollettino medico diffuso alle 15.30 dallo staff sanitario che sta seguendo Gianluca Pessotto. I quadri clinici sono buoni, lo svezzamento dalla ventilazione strumentale prosegue regolarmente, rimane intubato e continua a non poter parlare. La prognosi resta riservata e per questa settimana non Ŕ previsto alcun intervento. "Ieri le condizioni di Pessotto sono migliorate di un gradino - ha spiegato il dottor Donadio, primario del reparto di Rianimazione generale dell'ospedale Le Molinette -, oggi l'importante era verificarne la stabilizzazione. GiÓ questo induce a un discreto ottimismo".

Questa mattina Ŕ comparsa per la prima volta in Rianimazione anche la madre. Anche Pavel Nedved Ŕ passato a salutare l'amico. Ma Pessotto ancora non sa quel che gli Ŕ successo: "Gli abbiamo detto che ha avuto un incidente - spiega il dottor Donadio - poi sarÓ necessario l'intervento di uno uno psicologo". I Mondiali? "La partita di domani non la potrÓ vedere - conclude il dottor Donadio -. Per la finale sarÓ ancora qui da noi, ma forse la potrÓ vedere". Il nuovo comunicato stampa domani alle 14.30.