Nazionale, gli ultimi dubbi

 Lunedý gli azzurri ritoveranno a Coverciano; mercoledý la partenza per Duisburg. Zambrotta martedý sarÓ sottoposto a ecografia; Lippi per prudenza trattiene Bonera

ROMA, 4 giugno 2006 - Ancora poche ore di libertÓ. Poi, dalle 18 di lunedý, inizierÓ ufficialmente per gli azzurri l'operazione Germania 2006. I giocatori della Nazionale si ritroveranno a Coverciano per la ripresa degli allenamenti dopo il doppio impegno contro Svizzera (1-1) e Ucraina (0-0). Ci sarÓ anche Bonera, l'unica delle quattro riserve (le altre erano De Sanctis, Semioli e Marchionni) che il commissario tecnico Marcello Lippi ha mantenuto nel gruppo.

Le condizioni dell'infortunato Zambrotta, infatti, impongono a Lippi la massima prudenza: per il difensore, alle prese con una distrazione muscolare, Ŕ in programma martedý un'ecografia alla gamba sinistra che valuterÓ con esattezza l'infortunio. Inoltre c'Ŕ da verificare il risentimento alla coscia destra accusato da Nesta durante la partita con l'Ucraina a Losanna. Infine Iaquinta, che lamenta un taglio al polpaccio destro, ma di minima entitÓ.

Ma Lippi, soprattutto, dovrÓ valutare lo stato di forma di Francesco Totti, che ha dimostrato di non avere ancora recuperato dall'infortunio. La speranza del c.t. Ŕ che il romanista riesca a ritrovare il ritmo nella fase a gironi della competizione. Inoltre, Lippi dovrÓ capire dove possa arrivare Del Piero che continua a non convincere. Trovare alternative negli uomini e nel modulo non sarÓ facile, ma uomini come De Rossi e Perrotta, in attesa di un miracoloso recupero, garantiscono alternative valide.

Saranno insomma due giorni duri di lavoro per dissipare gli ultimi dubbi, poi il 7, dopo una seduta a Coverciano, tutti a Pisa nel pomeriggio per volare alla volta di Duisburg. In Germania l'Italia sosterrÓ un ultimo test prima del debutto del 12 giugno contro il Ghana (che oggi in amichevole ha liquidato 3-1 la Corea del Sud), il 9 giugno alle 20 con l'Under 19 del Duisburg.