Fiducia stretta per Conte, Italia Viva tiene in ostaggio il governo

Fiducia stretta per Conte, Italia Viva tiene in ostaggio il governo

Ore 18:21:23 - Il governo di Giuseppe Conte alla prova del Senato incassa la fiducia con 156 sì. Due senatori di Forza Italia hanno votato a favore, così come il senatore di Italia Viva Riccardo Nencini. L'esecutivo resta quindi sotto i 161 voti necessari per la maggioranza assoluta, ma ottiene la fiducia con la maggioranza semplice e quindi, almeno per il momento, resta in carica. I 'no' sono stati 140, 16 gli astenuti.

«Ora l'obiettivo è rendere ancora più solida questa maggioranza», scrive, in tarda serata, in un tweet il premier Conte. «L'Italia» —aggiunge— «non ha un minuto da perdere. Subito al lavoro per superare l'emergenza sanitaria e la crisi economica. Priorità a piano vaccini, Recovery Plan e disegno di legge sui ristori».

Protestano la Lega e Fratelli d'Italia, che annunciano si appelleranno al presidente della Repubblica. Italia Viva conferma l'astensione, in segno di «disponibilità» a discutere ancora con la maggioranza. I senatori guidati da Matteo Renzi al momento tengono in ostaggio l'esecutivo: se si sommassero alle opposizioni, a Palazzo Madama i rapporti di forza cambierebbero (senza Nencini, sono infatti 17 in tutto, contando anche un senatore assente per Covid, e dunque sommati ai 140 no delle opposizioni supererebbero l'attuale maggioranza).