«È improbabile che le attuali criptovalute durino»

«È improbabile che le attuali criptovalute durino»

Ore 18:14:59 - Nessuna criptovaluta esistente ha una struttura che possa consentirle di funzionare come mezzo di pagamento a lungo termine, ha detto oggi il governatore della Banca d'Inghilterra, Andrew Bailey, durante un incontro online organizzato dal Forum economico mondiale di Davos.

«Abbiamo raggiunto le caratteristiche, il modo di governo e lo schema di ciò che potrebbe essere una valuta digitale durevole? No, onestamente, non credo che ci siamo ancora arrivati. Non penso che le criptovalute come sono state formulate originariamente abbiano queste qualità», ha detto.

Il Bitcoin, la criptovaluta più nota, ha raggiunto il record di 42.000 dollari l'8 gennaio ed è precipitato a 28.800 la scorsa settimana, una volatilità molto più alta di quella che si osserva nelle valute normali.

«Il fatto che le persone siano fiduciose che i loro pagamenti saranno effettuati con qualcosa che ha un valore stabile ... alla fine ci riporta al concetto di quella che chiamiamo moneta fiduciaria, che ha un legame con lo Stato», ha detto Bailey.

La Banca d'Inghilterra, come la Banca centrale europea, sta analizzando la fattibilità dell'emissione della propria valuta digitale. Ciò consentirebbe alle persone di effettuare pagamenti elettronici senza coinvolgere le banche, come è attualmente possibile con le banconote e, in teoria, aiuterebbe a evitare la volatilità che rende il Bitcoin poco pratico per il commercio.

Bailey ha affermato che il livello appropriato di privacy per le valute digitali sarà probabilmente oggetto di accesi dibattiti ed è stato potenzialmente sottovalutato come una sfida su questo tema.

«Una delle questioni chiave che sta emergendo è il tema dello standard di privacy per le transazioni effettuate utilizzando qualsiasi forma di valuta digitale e definire dove risiede l'interesse pubblico», ha affermato.