Boari: un anniversario commemorato da una biografia

Boari: un anniversario commemorato da una biografia

Ore 02:52 - Esattamente 114 anni fa —il 17 febbraio 1907— fu inaugurato dall'allora presidente Porfirio Díaz il Palacio de Correos, una delle più maestose opere architettoniche del Centro Storico di Città del Messico, progettato e disegnato dall'architetto italiano Adamo Boari e costruito sotto la supervisione dell'ingegnere messicano Gonzalo Garita.

In concomitanza con questa data, nei primi giorni della prossima settimana, Aracne Editrice pubblicherà a Roma una biografia in 2 volumi di Boari, autore anche —tra molte altre opere— del Palacio de Bellas Artes della capitale messicana.
Adamo Boari (1863-1928) Architetto tra America ed Europa è il risultato di una lunga e attenta indagine che da oltre due anni vede coinvolti i professori Martín M. Checa-Artasu e Olimpia Niglio in una ricerca negli archivi italiani, statunitensi e messicani, con il supporto del geografo e storico Francisco Javier Navarro Jiménez e della storica Angela Ammirati. La pubblicazione —presentata in italiano e spagnolo— è introdotta da una prefazione dell'Ambasciatore d'Italia in Messico Luigi De Chiara e fa parte del progetto internazionale Italian Diaspora in the World.

Il primo volume analizza tutti i progetti ideati da Boari tra il 1889 e la fine del 1927, con particolare riferimento alle sue prime esperienze in Brasile prima di trasferirsi negli Stati Uniti, dove partecipò a vari concorsi professionali, e successivamente in Messico, nazione in cui trascorse più di 15 anni prima del suo definitivo ritorno in Italia nel 1916. Nel Bel Paese Adamo Boari realizzò diversi lavori, soprattutto nel campo dei monumenti commemorativi e delle piante urbanistiche, e redattò numerosi documenti fino alla sua morte nel 1928. Il tomo si conclude con la ristampa del catalogo rivisto e corretto della Collezione Adamo Boari depositato presso la Biblioteca Ariostea di Ferrara, redatto da Angela Ammirati.

Il secondo volume si concentra interamente sui lavori realizzati da Boari in Messico —che abbracciano ambiti religiosi, istituzionali e abitativi— e si conclude con la rassegna esaustiva dell'opera dell'architetto italiano nei principali archivi messicani, eseguita da Francisco Javier Navarro Jiménez.