Messico, il progetto teatrale italiano sul femminicidio oggi online

Messico, il progetto teatrale italiano sul femminicidio oggi online

Ore 10:10 - Dopo il debutto italiano nel 2012, Ferite a morte, il progetto sul femminicidio scritto da Serena Dandini con la collaborazione di Maura Misiti (ricercatrice del CNR), ispirato all’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Master, sono stati letti dalle donne di tutto il mondo: alle Nazioni Unite a New York, alla World Bank di Washington, in Francia a Strasburgo al Consiglio Europeo, in Portogallo, Georgia, Svizzera, Spagna, Turchia, Germania, Regno Unito e anche in Messico.

Ferite a morte / Heridas de muerte torna in Messico approdando nell’ambito del prestigioso Forum Generación Igualdad di UN Women, un evento internazionale promosso da UN Women e co-presieduto dai Governi di Messico e Francia, con la partecipazione della società civile e dei giovani. Lo spettacolo viene presentato per la prima volta in versione virtuale, grazie al lavoro e alla collaborazione dell’Ambasciata d’Italia in Messico, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione italiano, e di UN Women.

Ferite a morte attinge alla cronaca e alle indagini giornalistiche dando voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”, in un immaginario racconto postumo.

Insieme a Serena Dandini e Maura Misiti dall’Italia, in Messico offrono la loro lettura l’attrice Sandra Echeverría, l’attivista Kenya Cuevas, la cantante e attrice Ximena Sariñana, l’attivista Itzel Moreno Vite, la professoressa Ana Lau Jaiven, l’attrice Carina Márquez, l’artista Liz Misterio, l’attivista Arussi Unda e la giornalista Daniela Rea.

I link per vedere l'evento messicano di oggi, 31 marzo alle 13:00 (ora del Messico centrale) sono i seguenti:

Facebook: http://facebook.com/FeriteAMorte/
Youtube: https://youtube.com/watch?v=QMKS7yoyegk