Nasce a Genova il Museo Nazionale dell'Emigrazione Italiana

Nasce a Genova il Museo Nazionale dell'Emigrazione Italiana

Ore 11:46:47 - Il Museo nazionale dell’emigrazione italiana (Mei) aprirà i battenti a Genova tra fine anno e i primi mesi del 2022, in piazza della Commenda nel complesso di San Giovanni di Prè, storico punto di ricovero dei pellegrini diretti in Terra Santa nel XII secolo.

Venerdì scorso sono stati presentati i lavori, per un importo di circa 5,3 milioni tra fondi pubblici e investimenti della Fondazione San Paolo. E arriva già la prima sfida: far partecipare all’inaugurazione Jill Biden, first lady statunitense, la cui famiglia, di cognome Giacoppo, è originaria di una frazione del comune di Messina, in Sicilia. A lanciarla è Paolo Masini, presidente del comitato d’indirizzo del Mei e rappresentante del ministero dei Beni culturali.

Il sindaco Marco Bucci ha commentato: «Anche io sono stato un migrante e sono affezionato a queste storie. Quando ero negli Usa, sono andato a cercare documenti sugli emigrati italiani a Ellis Island. Andare a vivere in un altro mondo non è facile e tanti italiani nella storia sono partiti da Genova, aspettando di imbarcarsi proprio qui alla Commenda. Tutti hanno un parente che, prima o poi, è passato attraverso una migrazione».