È messicana la banconota più bella del 2020

Ore 07:40 - L'International Bank Note Society —il sodalizio più importante nell'ambito degli studiosi e collezionisti della cartamoneta che riunisce commercianti ed esperti di tutto il pianeta— ha assegnato alla Banca centrale messicana (Banco de México) l’IBNS Banknote of the Year Award per i nuovi biglietti emessi nel 2020. Il riconoscimento è stato concesso per i 100 pesos a formato verticale dedicati a Juana Inés de la Cruz (1648-1695), una religiosa e poetessa divenuta suora dell’ordine di San Gerolamo.
 
Nella vasta produzione letteraria di “Sor Juana” figurano anche commedie, lettere e preghiere e fu dunque, in grande anticipo sulla sua epoca, una intellettuale caratterizzata da quello che oggi definiremmo un forte attivismo politico, in particolare nel criticare la misoginia del Messico coloniale.
 
Stampata a toni prevalenti di rosso, su supporto polimerico Guardian e nel formato da 65×132 millimetri, la banconota messicana al fronte mostra il ritratto del personaggio e uno scorcio del chiostro principale dell’Antiguo Colegio de San Ildefonso di Città del Messico.
 
Al retro, un panorama della riserva naturale di Michocán de Ocampo, esempio di ecosistema forestale dal clima temperato in cui convivono conifere e querce e che è l’ambiente ideale per la conservazione di numerose specie di farfalle, in particolare la monarca (Danaus plexippus) che è raffigurata sul biglietto.
 
La stessa farfalla decora anche la finestrella trasparente che rievoca, a sua volta, lo stile architettonico coloniale messicano del XVII secolo e che, assieme a vari altri dispositivi avanzati, garantisce la sicurezza della banconota da eventuali tentativi di falsificazione.
 
Il premio IBNS Banknote of the Year Award è stato assegnato dopo che, tra le oltre cento nomination, era stata selezionata una serie di 24 biglietti finalisti fra i quali i 5 dollari dedicati al carnevale delle Bahamas, le 20 sterline irlandesi dedicate ai musicisti di strada e i 50 dollari delle Isole Fiji che hanno celebrato, nel 2020, il mezzo secolo di indipendenza dell’arcipelago.
 
Il Banco de Mexico è stato sia autorità emittente che realtà prouttiva di questa banconota dal modernissimo design, che fa parte dell’attuale serie di biglietti introdotta a partire dal 2018.
 

Stampato dal nuovo poligrafico del Banco de Mexico situato a Jalisco, che ha iniziato a funzionare appena prima del pandemia di coronavirus, il biglietto ha notevolmente migliorato le caratteristiche di sicurezza grazie all’uso del substrato polimerico.