In Italia stop alle vaccinazioni anti-Covid con AstraZeneca

In Italia stop alle vaccinazioni anti-Covid con AstraZeneca

Ore 04:29 - In Italia stop alle vaccinazioni anti-Covid con AstraZeneca. Dopo il lotto sospeso l'11 marzo dall'Agenzia italiana del faramaco (AIFA), in conseguenza alle segnalazioni di problemi legati alla coagulazione, e un altro sequestrato ieri mattina dalla Procura di Biella a seguito di un decesso, nel pomeriggio di ieri è arrivato il divieto di utilizzo del farmaco a livello nazionale.

«L’AIFA ha deciso di estendere in via del tutto precauzionale e temporanea» —si legge sul sito dell'agenzia— «in attesa dei pronunciamenti dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA), il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale. Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei. Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso. L’AIFA, in coordinamento con EMA e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione».

«Chi ha fatto già il vaccino AstraZeneca non ha ragione di essere preoccupato, questa è una pausa solo precauzionale. I vaccini sono e restano l'arma fondamentale con cui uscire da questi mesi difficili», ha detto il ministro italiano della Salute, Roberto Speranza.

In Messico, il sottosegretario alla Prevenzione e alla Promozione della Salute, Hugo López-Gatell, ha affermato che finora le prove suggeriscono che non vi è alcun pericolo derivante dall'uso del vaccino AstraZeneca contro Covid-19 e ha annunciato che sarà nei prossimi due giorni quando l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e AstraZeneca pubblicheranno i rispettivi rapporti sulla sicurezza del vaccino, di cui il Paese latinoamericano ha ricevuto 870.000 dosi.