La Calabria vista dallo spazio ad alta risoluzione

La Calabria vista dallo spazio ad alta risoluzione

Ore 14.27 – La Calabria, spesso indicata come la punta dello stivale dell’Italia, è mostrata in questa immagine catturata dalla missione Copernicus Sentinel-2 e pubblicata dall’Agenzia Spaziale Europea come “Immagine della settimana” il 26 settembre 2021.

La Calabria è una delle 20 Regioni italiane, situata a sud della penisola e famosa per il suo territorio irregolare, che si estende per circa 250 km, separando il Mar Tirreno ad ovest dal Mar Ionio ad est. Occupa una superficie di circa 15.000 chilometri quadrati (con oltre 740 km di costa) di cui il 49% corrisponde a coltivazioni agricole.

Gran parte del suo territorio è montuoso o collinare, caratterizzato dalla presenza di tre complessi montuosi: il Pollino (non visibile), la Sila e l’Aspromonte.

La Sila è formata da un vasto altopiano montuoso a circa 1.200 m sul livello del mare, che si estende per circa 2.000 kmq lungo il settore centrale della Calabria. Il punto più alto è Botte Donato, che raggiunge 1.928 m di altitudine.

Il massiccio dell’Aspromonte costituisce la punta più meridionale della penisola italiana, bagnato dal mare su tre lati. La cima più alta, il Montalto, svetta a 1.955 m di altezza.

La Calabria è separata dalla Sicilia dallo Stretto di Messina, visibile in basso a sinistra nella foto, il cui punto più sottile —tra Capo Peloro in Sicilia e Punta Pezzo in Calabria— è di soli 3,2 km.

Nella Regione risiedono quasi 2 milioni di persone e Reggio Calabria è la città più popolata (con circa 200.000 abitanti). Il Comune sorge sul ‘piede’ della penisola italiana, lungo le pendici del complesso montuoso dell’Aspromonte.

La Regione è conosciuta per il suo valore turistico e le sue principali attrazioni sono le scogliere frastagliate e le spiagge sabbiose. Tra le destinazioni più visitate risaltano Tropea, Scilla, Lamezia Terme e Praia a Mare.

In grado di fornire dettagliate informazioni della vegetazione terrestre, la missione Copernicus Sentinel-2 è stata progettata anche per svolgere un ruolo chiave nella mappatura delle differenze nella copertura del suolo —cioè il materiale fisico sulla superficie della terra— con l’obiettivo di conoscere il territorio, verificare il modo in cui viene utilizzato e monitorare i suoi cambiamenti nel corso del tempo.

Clicca qui per scaricare l’immagine ad alta risoluzione (TIF 5906×8268 pixel, 300 dpi, 146,5 MB)

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico