Sventola la bandiera messicana a Predaia

Ore 13.12 – Sventola la bandiera messicana a Predaia. Un simbolo d’amicizia e del legame che unisce il Comune italiano dove nacque Eusebio Chini —il famoso Padre Kino— al Paese nordamericano, lontano geograficamente, ma ravvicinato dalla storia.

La richiesta è arrivata da Georgina Rosaura Marina Robles, responsabile degli affari legali, politici ed economico-commerciali del Consolato generale del Messico a Milano, per celebrare anche nella Val di Non il bicentenario della proclamazione dell’Indipendenza dell’impero messicano, pronunciata dalla Suprema Giunta Provvisoria Governativa riunitasi nella capitale del Paese il 28 settembre 1821.

La proposta è stata accettata con entusiasmo dall’amministrazione comunale guidata dalla sindaca Giuliana Cova, lanciando in questo modo un messaggio di vicinanza al popolo messicano in un momento importante e ricco di significato.

Per tutta la settimana, all’esterno della sede municipale, insieme a quella italiana e a quella della Provincia autonoma di Trento, è sventolata quindi anche la bandiera del Messico, in ragione del rapporto d’affetto e d’amicizia che lega Predaia a questo Paese latinoamericano, grazie anche al gemellaggio con la città di Magdalena de Kino, nello Stato messicano di Sonora, dove il 15 marzo 1711 morì il missionario, esploratore, cartografo e astronomo italiano.