L’Italia e il Messico ai Giochi olimpici invernali di Pechino

L'Italia e il Messico ai Giochi olimpici invernali di Pechino

Ore 17.45 – Una squadra di 118 atlete e atleti rappresenta l’Italia ai XXIV Giochi olimpici invernali di Pechino con l’obiettivo di migliorare i risultati di PyeongChang 2018, quando 112 azzurri portarono a casa dieci medaglie, di cui tre d’oro.

Da Michela Moioli ad Arianna Fontana, da Federico Pellegrino a Dorothea Wierer, con le dita incrociate per Sofia Goggia, che sta tentando il recupero lampo dopo l’infortunio sulla pista di Cortina, l’Italia si presenta con le certezze dei campioni già affermati e volti più nuovi in cerca di gloria.

La spedizione in termini strettamente numerici rispecchia quasi in toto quella di quattro anni fa, composta da 122 atleti, anche nel rapporto tra uomini e donne, le quali questa volta sono 46, pari al 39% del totale, rispetto alle 49 di allora.

Tra la Federazione Italiana Sport Invernali (Fisi) e la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio (Fisg) è la prima ad assicurare il maggior apporto di atleti, con 86 (51 uomini, 35 donne) contro 32 (21 uomini, 11 donne). Il gruppo più numeroso è quello dello snowboard, con 17 componenti, tra i quali sei donne, seguito dallo sci alpino (16, 7 e 9), dal fondo (12, 6 e 6) e dallo short track e biathlon (10 ciascuno, entrambi con 5 uomini e altrettante donne). La disciplina meno rappresentata è quella dello skeleton, con tre atleti (2 e 1), ma l’unica azzurra, Valentina Margaglio, è tra le possibili aspiranti ad una medaglia.

L’Italia ha sfilato durante la cerimonia di apertura con una mantella tricolore indossata sulla classica divisa da podio. È l’omaggio di Giorgio Armani, che ha realizzato un capo particolare in tessuto tecnico lucido, bianco nella parte centrale, rosso e verde sui lati. «E’ un tributo alla nostra bandiera e agli alti valori che essa rappresenta, e che i nostri atleti incarnano», ha spiegato lo stilista.

I partecipanti messicani, invece, hanno sfilato accompagnati dai loro allenatori indossando un completo pantaloni neri e giacca bianca con una calavera stampata sul fronte, in onore alla tradizione del Giorno dei Morti.

La squadra azteca è composta da quattro atleti, una donna e tre uomini: la sciatrice Sarah Schleper, il pattinatore Donovan Carrillo, lo sciatore Rodolfo Dickson e il fondista Jonathan Soto.

I portabandiera messicani, Schleper e Carrillo, faranno la storia in queste olimpiadi: Sarah Schleper sarà la prima donna a disputare sei Giochi Olimpici Invernali di sci alpino (nei primi quattro ha rappresentato gli Stati Uniti e negli ultimi due il Messico, il Paese del marito) e Donovan Carrillo è il primo messicano in 30 anni a qualificarsi per i Giochi di pattinaggio di figura.

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico