Donne nei consigli di amministrazione: Italia 38%, Messico 9%

Donne nei consigli di amministrazione: Italia 38%, Messico 9%

Ore 17.58 – Mentre nei consigli di amministrazione di società di nazioni come Italia, Francia e Norvegia oltre il 38% dei seggi è occupato da donne, in Messico la percentuale è inferiore al 10%.

Nel 2020 sono state quotate 129 società messicane nelle due borse valori locali (Bolsa Mexicana de Valores – BMV e BIVA – Bolsa Institucional de Valores). In totale sono stati 2.523 i membri dei cda. La rappresentanza femminile si è attestata al 9,6% dei seggi (241 dei 2.523 posti disponibili), in leggero miglioramento rispetto all’8,7% del 2019 e all’8,2% del 2018.

Questo risultato è uno dei più bassi tra i paesi dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), dove il livello medio è del 26,7%.

I Paesi con la maggiore diversità di genere nei consigli di amministrazione sono europei. In testa la Francia, con il 45,1%, seguita dalla Norvegia con il 40,4% e dall’Italia con il 38,4%.

«Alcune di queste nazioni europee hanno imposto quote obbligatorie per colmare il divario di genere nei consigli (…) Senza dubbio, c’è ancora molto da fare in Messico e in tutta la regione in termini di diversità», indica il rapporto Diversidad de género en Consejos de Administración en México 2021.

Il rapporto evidenzia che le aziende con il maggior numero di membri donne nei loro cda sono la società mineraria Fresnillo (36,4%); Gruppo finanziario Monex (36,4%); Corporativo Fragua, società di controllo di Farmacias Guadalajara (33,3%); Compagnia di assicurazioni Qualitas (33,3%) e Grupo TMM (22,2%).

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico