Messico, elettricità: il PRI voterà contro la riforma e presenterà una controproposta

Messico, elettricità: il PRI voterà contro la riforma e presenterà una controproposta

Ore 13.58 – Il presidente nazionale del Partito Rivoluzionario Istituzionale (PRI), Alejandro Moreno Cárdenas, ha riferito oggi che i deputati e i senatori della sua organizzazione politica voteranno contro la riforma costituzionale sull’elettricità promossa dal presidente Andrés Manuel López Obrador (AMLO).

Il deputato federale ha annunciato che, insieme ai suoi alleati del PAN e del PRD, il PRI presenterà una controproposta di riforma la cui iniziativa contiene cinque punti:

L’introduzione di una “tariffa G”, gratuita, affinché le popolazioni rurali, gli ospedali pubblici e gli asili nido possano usufruire di energia elettrica gratuita.

Garantire una concorrenza effettiva tra i fornitori in modo che l’elettricità sia contratta al prezzo più basso possibile.

Concedere garanzie agli investimenti nazionali ed esteri per promuovere la creazione di impianti di generazione e posti di lavoro.

Rafforzare la Commissione Federale per l’Energia Elettrica (CFE) affinché i suoi lavoratori, attraverso incentivi alla produttività, possano contare su salari in linea con quelli di mercato.

Promuovere attivamente la protezione dell’ambiente in Messico.

Il voto del PRI sarebbe definitivo per l’approvazione o il rifiuto della riforma dei tre articoli della Costituzione prevista dall’iniziativa del presidente López Obrador.

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico