Eni esporta il primo carico di greggio dalla sua unità galleggiante in Messico

Eni esporta il primo carico di greggio dall'unità galleggiante in Messico

Ore 18.57 – La società italiana Eni ha annunciato che il primo carico di greggio della Miamte FPSO (Floating Production, Storage and Offloading), operante sui campi di Miztón, Amoca e Tecoalli nell’Area 1, nel Golfo del Messico, è stato esportato oggi con successo. Questo risultato segna un traguardo importante per il settore oil & gas in Messico, essendo Eni la prima compagnia energetica internazionale a sviluppare un progetto offshore complesso in grado di esportare greggio verso il mercato mondiale.

La prima esportazione dalla FPSO Miamte arriva a seguito della fase iniziale di produzione del campo Mitzón, a luglio 2019, ed a meno di 3,5 anni dalla Decisione Finale di Investimento del Progetto Area 1. Questo sviluppo accelerato è stato possibile grazie al pieno allineamento tra il governo messicano, gli enti locali competenti ed Eni, confermando l’impegno dell’azienda a rispettare i tempi di progetto e gli obblighi contrattuali, supportando attivamente il Paese nell’attuazione del proprio piano di sviluppo energetico.

La FPSO Miamte, progettata con le migliori tecnologie di efficienza energetica e una filosofia di zero combustione di emissioni a cielo aperto, ha una capacità di trattamento di 90 mila barili di olio al giorno, una capacità di stoccaggio del greggio di 700.000 barili ed una capacità di trattamento del gas di 75 milioni di piedi cubi standard al giorno. La FPSO è arrivata in Messico all’inizio di gennaio 2022 e, a seguito del completamento delle attività di messa in produzione, è entrata in operazione il 23 febbraio.

Il pieno sviluppo dell’Area 1, oltre all’FPSO, includerà 33 pozzi collegati a 3 piattaforme di testa pozzo più 1 monotubolare. Attualmente le prime 2 piattaforme di testa pozzo sono operative nei campi di Mitzon e Amoca, mentre le ulteriori attività per lo sviluppo di Tecoalli ed Amoca sono in corso.

Il Messico è un Paese chiave nella strategia di crescita organica di Eni. La società, leader negli investimenti nel settore upstream nel Paese, è ivi presente dal 2006 e ha costituito nel 2015 la sua controllata Eni Mexico S. de R.L. de C.V. Eni detiene attualmente il 100% dell’Area 1 e partecipa ad altri sette blocchi di esplorazione e produzione (cinque in qualità di Operatore), tutti situati nel Bacino di Sureste nel Golfo del Messico.

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico