L’italiana Digital360 rileva il 51% di Zubialink Enterprises in Messico

L'italiana Digital360 rileva il 51% di Zubialink Enterprises in Messico

Ore 08.25 – La società italiana Digital360 ha rilevato la maggioranza di Zubialink Enterprises, con sede a Città del Messico. Per l’innovativa PMI milanese è la quinta acquisizione finalizzata nel 2022 in America Latina, «in un percorso che mira a far diventare il gruppo il punto di riferimento per supportare le principali aziende tecnologiche mondiali nelle loro attività commerciali e di generazione di contatti».

L’accordo prevede l’acquisto del 51% delle quote per un corrispettivo pari a poco meno di 5,9 milioni di pesos messicani (circa 290.000 euro), di cui la metà erogati tramite la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato al Gruppo Digital360.

A ciò potrà aggiungersi una componente di prezzo aggiuntivo basata sul raggiungimento di alcuni risultati economici nel 2022. È previsto, inoltre, che i soci venditori Jorge Fernando Garagarza Mariscal e Luciano Pérez Gómez siano designati consiglieri di amministrazione, insieme a tre membri nominati da D360, e che continuino a svolgere il ruolo di manager per almeno 3 anni dall’acquisizione, in continuità rispetto all’attuale gestione.

L’intesa stabilisce infine, a partire dall’approvazione del bilancio relativo al 31 dicembre 2025, la possibilità per entrambe le parti di esercitare delle opzioni incrociate (Put & Call) per l’acquisto o la vendita del residuo 49% di Zubia, il cui prezzo sarà stabilito sulla base dell’Ebitda realizzato dalla società negli esercizi 2024 e 2025, oltre alla Posizione Finanziaria Netta.

Zubialink Enterprises è un’agenzia di marketing digitale, partner di HubSpot, specializzata in sistemi tecnologici di commercializzazione e vendita che includono strumenti di analisi digitale e affianca i clienti B2b (aziende tecnologiche in particolare) in piani per generare nuove opportunità. La società ha registrato nell’esercizio 2021 ricavi per circa 800.000 euro con un Ebitda sostanzialmente in pareggio e una posizione finanziaria netta debitoria per circa 200.000 euro. Per il 2022 la ditta prevede «solide prospettive di crescita, già concretamente in atto, sulle quali si sono basati i presupposti dell’acquisizione».

Patronato ITAL Messico