Givaudan, investimento da 75 milioni di franchi in Messico

Ore 14.52 – Il colosso svizzero dei profumi Givaudan ha annunciato in un comunicato l’intenzione di investire 75 milioni di franchi svizzeri (circa 70 milioni di euro) in un ulteriore ampliamento del proprio stabilimento produttivo situato nel comune messicano di Pedro Escobedo, nello Stato di Querétaro. L’azienda sottolinea così di sostenere la sua crescita in America Latina.

Secondo le informazioni fornite dall’azienda, questa nuova estensione della sua fabbrica dovrebbe aprire i battenti entro la fine del 2023. I nuovi impianti saranno in gran parte automatizzati, il che consentirà una maggiore precisione ed efficienza grazie a un’ottimizzazione della logistica. L’ampliamento sarà progettato per favorire la produzione tradizionale di piccoli e grandi volumi e si prevede che andrà a beneficio di tutti i segmenti di clientela dell’azienda: locale, regionale e globale.

Questa nuova struttura entra anche a far parte dell’agenda climatica di Givaudan e soddisferà i più elevati standard globali e locali per il rispetto dell’ambiente, la salute e la sicurezza dei lavoratori.

«Il Messico è un mercato importante per Givaudan, ed è in forte crescita. Questo investimento nelle strutture produttive dimostra il nostro impegno nei confronti della clientela e fa parte della strategia e dei piani che abbiamo implementato per il 2025», riassume Maurizio Volpi, presidente di profumeria e prodotti di bellezza della società fondata a Zurigo, ma ora con sede a Vernier, cantone di Ginevra, nella confederazione elvetica.