Torna l’Eurojazz a Città del Messico con l’italiano Piero Delle Monache

Ore 06.48 – Torna il Festival Eurojazz al CENART. Nei giardini del Centro Nacional de las Artes di Città del Messico si ripresenta il genere musicale nato agli inizi del XX secolo portando con sé una interessantissima proposta del Bel Paese.

Quest’anno l’Istituto Italiano di Cultura presenta Piero Delle Monache e il suo gruppo. Classe 1982, Delle Monache è un compositore annoverato per tre anni consecutivi fra i dieci migliori sassofonisti dalla rivista Jazzit Awards.

Definito «uno dei dieci jazzisti del futuro» da GQ Magazine, ha suonato ai quattro angoli del pianeta, dalla Turchia al Giappone, dagli Stati Uniti alle principali capitali europee, tra cui Roma, Parigi, e Bruxelles.

Oltre al jazz, questo talentuoso musicista esplora territori crossover, alimentando progetti in cui mischia con maestria voci fuori campo, elettronica e giochi di luce.

Ha pubblicato finora quattro dischi: Welcome, Thunupa (che ha ricevuto 4 Étoiles dalla rivista francese Jazz Magazine), Aurum e Road Movie.

Negli anni ha collaborato con Musica Nuda, Flavio Boltro, Marco Tamburini, Andy Gravish e Ivan Mazuze. Ha partecipato a trasmissioni radio (Rai1, Rai2, Rai3, la belga RTBF e l’italosvizzera RSI) e suonato in numerosi festival, con sue formazioni o come membro di altri gruppi. È inoltre attivo come docente di sassofono e di guida all’ascolto e ha accumulato anni di esperienza nelle direzioni artistiche.

Insieme a Dino Rubino al piano, Tito Mangialajo al contrabbasso e Michele Santoleri alla batteria, Pietro Delle Monache aprirà la 24ma edizione dell’Eurojazz il 6 novembre alle ore 13:00 nelle aree verdi del CENART. Torna la musica, torna il grande jazz italiano.

Piero presenterà il suo progetto Great American Songbook, riarrangiando classici statunitensi che non smettono mai di incantare, un progetto è composto da melodie che hanno fatto la storia, con rivisitazioni contemporanee.

In programma alcune delle canzoni più famose di sempre, firmate da autori prestigiosi come George Gershwin, Burt Bacharach —vincitore di 3 Oscar, 6 Grammy e innumerevoli dischi di platino— e tanti altri.

Il tour musicale sarà arricchito da aneddoti, racconti e una proiezione fotografica sul tema.

Nel corso del concerto, a ingresso libero, Piero —accompagnato dal suo gruppo— attraverserà il ‘900 passeggiando tra New Orleans e Broadway, tra colossi del jazz, stelle del pop e mostri sacri di Hollywood.