“Viaggio in Italia”, la mostra di María Lagunes all’IIC di Città del Messico

Ore 08.18 – A Città del Messico, il giardino dell’Istituto Italiano di Cultura si apre alla scultura e diventa uno spazio espositivo: oggi, sabato 6 novembre, alle ore 11:00 verrà inaugurata la mostra all’aria aperta di Maria Lagunes “Viaggio in Italia”.

Con le sue sculture, realizzate principalmente in bronzo patinato, l’artista messicana crea veri e propri spazi architettonici in cui figure stilizzate e contorte, allungate e levigate, si moltiplicano, col prevalere dei vuoti sui pieni, caratterizzando la cifra stilistica dell’autrice.

Le opere si introducono negli spazi verdi dell’Istituto con forza espressiva, innescando un continuo e virtuoso dialogo tra natura e arte. Sviluppate in senso verticale, fatte di linee massicce, contorte o rigidamente dritte, composte tridimensionalmente intorno ad una serie di vuoti sempre visivamente attraversabili, le statue emergono per assumere —lentamente e drammaticamente, seguendo il principio delle metamorfosi berniniane— forme umane e animali o il profilo di moderni paesaggi urbani.

La lunga attività creativa di Maria Lagunes è il risultato di una costante evoluzione interiore che l’ha portata a ricercare nuove forme espressive e sperimentare l’impiego di nuovi materiali, tra cui il bronzo, l’acciaio o il legno.

Musicista e architetto d’interni, incisore e disegnatrice, scultrice e appassionata fotografa, María Lagunes ha attraversato il secolo passato tra il Messico e l’Europa, e ancora oggi consegna ai suoi bronzi e alle sue carte fittamente disegnate, la stessa vitalità, la medesima energia.

L’universalità di María Lagunes e dei suoi molteplici linguaggi artistici si incontra e si fonde con gli spazi dell’Istituto Italiano di Cultura, un omaggio al suo legame privilegiato con il Bel Paese. Nel 2000 ha esposto a Roma, Conversano e Ravello, e nel 2001 la Serra Grande del Giardino Inglese della Reggia di Caserta ha accolto una sua selezione di sculture di grande formato e una serie di disegni. Ultima, in ordine di tempo, la mostra Temporalitá e permanenza, presso il Mausoleo di Cecilia Metella nel Parco Archeologico dell’Appia Antica.

Le sculture di María Lagunes sono oggi conservate in collezioni pubbliche e private in diversi Paesi e le sue opere sono state oggetto di esposizioni anche in Messico, Francia, Spagna e Stati Uniti.

La mostra resterá aperta nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura della capitale messicana —dal lunedí al venerdi dalle 11:00 alle 18:00— fino al 9 gennaio.