Da domani in Messico la missione dell’Onu sulle sparizioni forzate

missioneonusparizioniforzate

Ore 07.39 – La commissione delle Nazioni Unite sulle sparizioni forzate giungerà in Messico domani, lunedì 15 novembre, dove fino a venerdì 26 sosterrà incontri ed attività volte a individuare con le autorità locali strategie e mezzi utili ad arginare questa piaga.

«Un fenomeno» —ha detto l’avvocata peruviana Carmen Rosa Villa, capo della delegazione— «che fin qui ha segnato il destino di circa 94mila persone».

Alla loro prima missione ufficiale in Messico, i membri della commissione visiteranno dodici Stati della federazione, incontrando amministratori locali e funzionari di governo incaricati di gestire il complesso fenomeno criminale.

In agenda anche incontri con parenti delle vittime, rappresentanti della società civile, la Commissione nazionale dei diritti umani e di agenzie locali di organismi internazionali.

Gli esperti parteciperanno, tra le altre cose, ad esumazioni di cadaveri disposte dalle autorità, verificheranno i registri dei centri di detenzione per testarne la capacità di incrociare i dati con quelli delle persone scomparse.

Al termine della visita, la commissione presenterà le osservazioni preliminari al governo del Messico, riservandosi di pubblicare un rapporto pubblico, a marzo del prossimo anno.