Italia e Messico brillano nella classifica “50 Best Bars”

Ore 18.50 – L’annuale classifica dei 50 migliori bar al mondo incorona il Connaught Bar di Londra, che già aveva trionfato nel 2020. Grande festa, dunque, per il locale londinese gestito dagli italiani Ago Perrone (direttore della miscelazione), Giorgio Bargiani (capo miscelatore) e Maura Milia (vicedirettrice del bar).

E se il Bel Paese può festeggiare grazie alla presenza di Milia, Perrone e Bargiani, può farlo a maggior ragione perché nella classifica compaiono anche il Drink Kong di Roma in diciannovesima posizione (l’anno scorso era 45°), il 1930 di Milano in ventesima posizione (l’anno scorso era 25°) e, ancora a Milano, Camparino in Galleria, che occupa la posizione 27.

Ma anche il Messico ha ottenuto ottimi risultati con quattro locali in classifica: al sesto posto, la Licorería Limantour di Città del Messico è il miglior bar in America del Nord, seguita al 12º posto da Hanky Panky, sempre nella capitale, che ha ottenuto il titolo di “miglior nuovo arrivato” e il premio Disaronno Highest New Entry. Al 25º e 38º posto troviamo altri due locali “chilangos”: l’Handshake Speakeasy e Baltra Bar.

Con Cielito lindo come inno si è festeggiato il successo dei bar messicani che risaltano in questa prestigiosa lista e gli 8 anni consecutivi in ​​classifica della Licorería Limantour, nata nel 2011 nel quartiere Roma della metropoli latinoamericana.

«Dedizione, perseveranza e lavoro di squadra sono le chiavi che ci hanno portato ad essere il numero sei nei The World’s 50 Best Bars. Per 11 anni non ci siamo fermati, la pandemia non ci ha impedito di continuare a servire le persone», ha affermato Rodrigo Maceda Del Río, socio fondatore del locale.