Interruzione anticipata dell’export messicano di lime in Europa

Interruzione anticipata dell'export messicano di lime in Europa

Ore 07.00 – Secondo Marcel van Rooijen della compagnia olandese Trofi, il mercato dei lime si sta sviluppando molto positivamente, al momento. «Negli Stati Uniti, i prezzi sono così alti che da due settimane il Messico ha smesso completamente di inviare prodotto in Europa».

«Ciò ha portato inaspettatamente alla fine anticipata della stagione messicana nel nostro continente».

«Ciò che resta sul mercato è l’offerta dal Brasile e qualche volume dal Perù. I lime brasiliani stanno arrivando in volumi ragionevoli e la domanda è buona. I clienti del catering devono ancora entrare nel vivo, ma le vendite al dettaglio vanno bene».

«Tutti si aspettavano che il mercato crollasse, ma non è successo. Prevedo persino che nelle prossime settimane il mercato si riprenda un poco», dice l’importatore.

«I prezzi variano tra i 6-7 euro per le partite di lime di buona qualità, mentre quelli di colore leggermente più chiaro si vendono a 5-6 euro. Tutto sommato, non è male. Ma la situazione logistica rimane impegnativa. Dal Brasile le navi registrano un ritardo standard di 5-7 giorni. Fino a poco tempo fa, la fornitura dal Perù era ancora ragionevolmente in orario, ma adesso anche questa è in ritardo. In ogni caso, questa è la situazione e dobbiamo continuare a lavorare».

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico