L’Ambasciatore De Chiara ha presentato il programma dell’Italian Design Day

L'Ambasciatore De Chiara ha presentato il programma dell'Italian Design Day 2022

Ore 09.03 – È stata inaugurata ieri sera all’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico l’edizione 2022 dell’Italian Design Day, evento annuale lanciato nel 2017 per promuovere le eccellenze del Bel Paese nel campo della creatività estetica e funzionale.

Si tratta di un’iniziativa promossa e organizzata dai ministeri italiani degli Affari Esteri e della Cultura, in collaborazione con l’Associazione per il Disegno Industriale, l’Agenzia ICE, la Triennale di Milano, il Salone del Mobile di Milano, Federlegno Arredo e Altagamma.

Il tema centrale dell’evento di quest’anno è “Ri-generazione. Design e nuove tecnologie per un futuro sostenibile” e in questo contesto l’Ambasciatore d’Italia in Messico, Luigi De Chiara, ha aperto la cerimonia di inaugurazione con una breve descrizione del programma.

«È un piacere» –ha detto– «uscire di nuovo da casa e dagli uffici e incontrarsi di persona ed è un bene che questa pausa dal Covid —che speriamo sia definitiva— coincida con le date dei festeggiamenti del design italiano nel mondo. È un evento che dura diversi giorni nell’ambito della politica di promozione del Made in Italy e al quale il nostro ministero degli Affari Esteri dedica sempre più attenzione, incoraggiandoci a interpretare l’attività diplomatica in modo dinamico e moderno nel suo contesto».

«A Città del Messico e nel resto del Paese» —ha proseguito l’Ambasciatore— «questo è apprezzato, poiché le iniziative per promuovere l’Italia suscitano sempre grande interesse».

«Nel 2022 abbiamo l’onore di ricevere l’architetto Matteo Origoni, che, nonostante la giovane età, è un esperto di design e un noto museografo. I nostri Paesi hanno caratteristiche molto compatibili e l’esperienza dell’Italia in questi settori può aiutare il Messico a far emergere con ancora più forza i suoi tesori e talenti».

«Quest’anno avremo un calendario abbastanza vario, iniziato con una serie di masterclass di Matteo Origoni in alcune università e istituzioni accademiche messicane. Si proseguirà con un omaggio a Pininfarina, grande genio del settore automobilistico, e un’estensione dell’Italian Design Day dello scorso anno, attraverso la donazione alla Secretaría de Relaciones Exteriores di una versione alta 4 metri della lampada Tolomeo, disegnata da Michele de Lucchi, che nel 2021 è stato protagonista delle celebrazioni in Messico».

«Concluderemo il programma con un evento al Parque Lincoln di Polanco il 10 aprile. Saranno esposte vetture italiane commercializzate in Messico e si svolgerà una sfilata di auto storiche, tra cui modelli di Alfa Romeo, Fiat, Ferrari, Lamborghini e Maserati. Qui in Messico ci sono dei veri gioielli, che credo non si trovino più nemmeno in Italia. Al teatro Ángela Peralta ci saranno musica, laboratori di gioielleria, esposizione di oggetti di design e, ovviamente, gastronomia italiana. I dettagli di tutte queste manifestazioni saranno pubblicati sui social network dell’Ambasciata, dell’Istituto di Cultura, dell’Agenzia ICE e della Camera di Commercio».

«Voglio ringraziare la rivista Interni, uno dei pilastri del Fuorisalone di Milano, per averci inviato i pannelli esposti qui all’Istituto che illustrano la storia e l’evoluzione di questo importante evento che si svolge da 30 anni in parallelo al Salone del Mobile nel capoluogo lombardo», ha concluso De Chiara.

Nelle foto di questo articolo, da sinistra: Riccardo Cannelli, aggregato culturale dell’Ambasciata d’Italia in Messico,
Luigi De Chiara, Ambasciatore d’Italia in Messico, Matteo Origoni, Ambasciatore del Design Italiano in Messico
e Gianni Vinciguerra, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico.