Bisteccherie: l’Italia batte il Messico

Bisteccherie: l'Italia batte il Messico

Ore 06.06 – Nella classifica mondiale delle 50 migliori bisteccherie, l’Italia batte il Messico: la Trattoria dall’Oste di Firenze, già prima nella graduatoria a livello nazionale, si piazza al 27º posto, seguita al 29º dalla Braceria Bifulco di Napoli. Il primo dei ristoranti messicani in questa categoria, 38º, è il Prime Steak Club di Città del Messico.

Per il terzo anno consecutivo, la Trattoria dall’Oste —quattro locali a Firenze che, spiega una nota, con 100mila bistecche annue servono i maggiori volumi in Italia— entra nella classifica mondiale del settore e, nonostante il periodo di Covid, continua a dare lavoro ad almeno 150 dipendenti tra sala e cucina.

Nel giro di un anno la Trattoria dall’Oste ha scalzato 15 posizioni, finendo per posizionarsi tra Knife a Dallas e Beltaire a Los Angeles.

La classifica vede al comando Hawksmoor di Londra, davanti alla Parrilla Don Julio di Buenos Aires e al Firedoor di Sydney. Tra i locali italiani, invece, spicca anche il 45º posto dell’Antica Macelleria Cecchini di Panzano in Chianti, in provincia di Firenze.

«È un risultato che ci rende orgogliosi» —sottolineano Antonio Belperio e Carmine Bellino, titolare e responsabile commerciale della Trattoria dall’Oste— «e che ci spinge a continuare sulla strada della qualità. Vogliamo condividere questo riconoscimento con la città di Firenze, capitale della bistecca, e con i nostri fornitori, collaboratori e clienti».

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico