A Venezia dal 16 gennaio 2023 contributo di accesso per i turisti

A Venezia dal 16 gennaio 2023 contributo di accesso per i turisti

Ore 14.57 – Dal 16 gennaio 2023 sarà operativa, assieme al sistema di prenotazione, la “nuova versione” del contributo di accesso, il ticket per entrare nella città storica di Venezia. Il sistema è stato presentato oggi dagli assessori al Turismo, Simone Venturini, e al Bilancio, Michele Zuin. Il capoluogo lagunare, dunque, sarà la prima grande città al mondo ad essere dotata di un sistema di monitoraggio e gestione degli ingressi.

Per visitare Venezia e le sue isole sarà necessario prenotare e pagare il ticket (da 3 a 10 euro, a seconda della giornata) attraverso una piattaforma informatica. Sono previste alcune esenzioni: sono esclusi i residenti e i loro familiari, i domiciliati, i lavoratori e gli studenti, le persone nate nel comune di Venezia, i bambini sotto i 6 anni, i residenti della città metropolitana e di tutta la Regione Veneto (questi ultimi, però, dovranno pagare se si supera una certa soglia).

Saranno esclusi anche tutti i turisti che alloggiano in città e che, di conseguenza, sono già soggetti al pagamento della tassa di soggiorno.

Il contributo di accesso vale anche per recarsi sulle isole: Lido, Pellestrina, Murano, Burano, Torcello, Sant’Erasmo, Mazzorbo, Vignole, eccetera, indipendentemente dal mezzo di trasporto utilizzato.

Il cuore del sistema sarà una piattaforma multicanale e multilingue, realizzata dalla società Venis. Accedendo, l’utente otterrà un titolo (probabilmente un codice QR) da esibire in caso di controlli.

Altre modalità potrebbero essere previste per i passeggeri delle navi da crociera, ad esempio l’applicazione di una tariffa forfettaria. Inoltre, come fatto presente da Zuin, potranno esserci degli sconti per chi prenoterà con largo anticipo.

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico