Consegnati i primi certificati di laurea dell’Academia de Arte de Florencia

Consegnati i primi certificati di laurea dell'Academia de Arte de Florencia

Ore 04.18 – Il 25 agosto, per la prima volta nella storia delle relazioni tra Messico e Italia, si è svolta una cerimonia di consegna di diplomi di laurea di un ente di istruzione superiore italiano: l’Academia de Arte de Florencia (AAF) è oggi l’unico istituto di livello universitario del Bel Paese presente in terra azteca riconosciuto dal ministero federale della Pubblica Istruzione.

Nell’auditorium della Società Dante Alighieri della capitale del Paese erano presenti diversi rappresentanti di istituzioni, associazioni e aziende italiane che hanno consegnato gli attestati ai neolaureati.

Hanno ricevuto il certificato di laurea Dafne Blanco, Carlos Cantú, Melisa Castellanos, Mauricio Franco, Homero Nuñez, Samantha Nuñez, Benjamín Torres, Ollín Vázquez e Moisés Velázquez.

«In queste lauree» —ha affermato la direttrice accademica Imarú Arias— «si rispecchiano gli sforzi degli studenti, delle loro famiglie e dei professori e coordinatori che li hanno accompagnati durante il percorso. Celebriamo solennemente il culmine di un ciclo che segnerà il resto della loro vita».

«L’Academia de Arte de Florencia» —ha detto il rettore Fabio Caselli— «è l’unica università presente in Messico che rappresenta l’Italia riconosciuta dal ministero federale della Pubblica Istruzione, per cui questo evento è molto significativo. Se siamo qui è perché dobbiamo ringraziare le vostre famiglie che ci hanno sostenuto sin dal primo giorno, gli insegnanti che hanno lavorato insieme a voi e la nostra direzione accademica».

«Oggi» —ha aggiunto Caselli— «ci accompagnano molte personalità: l’Ambasciatore d’Italia, Luigi De Chiara, Othón Leopardi ed Enrique Esnal —presidente e vicepresidente della Società Dante Alighieri, che ci ha accolto come fratelli—, Lorenzo Vianello, presidente della Camera di Commercio Italiana in Messico, Antonio Mariniello, vicepresidente del Comites, Gianluca Brocca, ex presidente del Comites e direttore di Alquemia Italiana, che ci ha sostenuto con il vino d’onore, nonché Massimo Barzizza, direttore di Puntodincontro».

«Il Messico e l’Italia» –ha affermato l’Ambasciatore De Chiara— «sono due Paesi molto simili, con molto in comune e grandi potenzialità di iniziative che possiamo portare avanti insieme. Tra le caratteristiche che condividiamo noi italiani e i messicani c’è senza dubbio una vocazione naturale per le espressioni artistiche, come la musica, la danza e la recitazione, che fanno parte dei programmi di studio dell’Academia de Arte de Florencia».

«Nei prossimi anni» —ha proseguito De Chiara— «molte delle potenzialità ancora inespresse del Messico daranno i loro frutti e sarà anche un merito di questa generazione di studenti dell’AAF».

«Sono molto felice di essere qui nei locali della Società Dante Alighieri, dove si incontrano le sedi di importanti istituzioni e associazioni italiane come l’Academia de Arte de Florencia e la Camera di Commercio. So che si sta lavorando anche a un progetto di ristorazione che aggiungerà personalità e perfezionerà questo insieme armonico che sta diventando un vero piccolo pezzo d’Italia in Messico», ha concluso l’Ambasciatore.

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico