Il Messico nella coalizione del caffè di Lavazza e Slow Food

Il Messico nella coalizione del caffè di Lavazza e Slow Food

Ore 04.44 – La Slow Food Coffee Coalition (Sfcc), sottoscritta da Lavazza e Slow Food nell’aprile 2021, ha tracciato ieri a Torino —nell’ambito della manifestazione enogastronomica internazionale Terra Madre Salone del Gusto— un bilancio dei risultati. «Questa coalizione» —ha commentato Edie Mukiibi, presidente di Slow Food— «è un esempio concreto di transizione ecologica, e come tale richiede il coinvolgimento consapevole di tutta la filiera, da chi cura le piante di caffè a chi assapora il caffè in tazza».

I numeri dei primi diciassette mesi sono eloquenti: sono nate 29 nuove Comunità Slow Food legate alla produzione del caffè in nove Paesi del mondo: Messico, Cuba, Filippine, Honduras, India, Malawi, Perù, Timor Est e Uganda. In Messico e altre sette di queste nuove comunità è stato avviato un percorso di certificazione del caffè buono, pulito e giusto, ovvero il Participatory Guarantee System (Sistema di Garanzia Partecipativa).

Si tratta di un meccanismo che consente ai membri della comunità di valutare personalmente i propri prodotti. Più che una semplice autocertificazione, è un processo di valutazione condiviso, basato sulla fiducia e su regole, standard e procedure stabilite dai partecipanti. Questo tipo di certificazione, a differenza di molte altre, non ha costi aggiuntivi per i produttori, in quanto non prevede la valutazione da parte di un ente terzo.

In Messico il Sistema di Garanzia Partecipativa è stato implementato dalla Comunità Bosque, Niebla y Café Xalapa, la cui creazione è stata promossa da Cafecol insieme a 200 produttori provenienti da 20 collettività. Situata nello Stato di Veracruz, fa parte della Slow Food Coffee Coalition dal 2021.

I produttori aderenti conservano oltre l’84% della biodiversità del bosque de niebla attraverso la fertilizzazione del suolo, l’impollinazione e la protezione della ricca flora e fauna.

Il caffè, di varietà Arabica, viene coltivato all’ombra in base alle caratteristiche della milpa, un sistema agricolo tradizionale costituito da una policoltura —platano, fagioli, zucche, mais e alberi da ombra— in uno spazio dinamico di risorse genetiche.

Nell’aprile 2022, la Comunità Bosque, Niebla y Café Xalapa è stata promotrice della creazione di un Comitato Etico Nazionale per il Messico, di cui è membro insieme a torrefattori, produttori, professori universitari ed esperti di caffè e agroecologia di tutto il Paese.

Nel giugno 2022 è stato creato il Comitato etico locale —la cui maggioranza dei membri è costituita da piccoli produttori di popolazioni indigene náhuatl— che ha sottoscritto le linee guida per un caffè buono, pulito e giusto.

Il 22 giugno 2022, il Gruppo di Garanzia ha effettuato la visita sul campo e si è concluso il processo pilota del PGS per il 2022 con un lotto di 350kg di tipo Borbón, Garnica e Colombia prodotto dalla famiglia Oltehua Vásquez e raccolto nel periodo novembre 2021-aprile 2022. Il caffè è stato tostato dalle aziende italiane Origini Caffè, Boutic Caffè, Caffè Caroli e Ialty per Terra Madre 2022. Si prevede di estendere il processo PGS agli altri membri della comunità nel 2023.

Patronato ITAL Messico