La cerimonia del “grito” al Consolato messicano di Milano

Ore 15.10 – La Console Generale del Messico a Milano, María de los Ángeles Arriola, ha presieduto oggi alle 18:30 (ora italiana) presso la sede di Corso Matteotti la cerimonia virtuale del ”Grito” in occasione del 211° anniversario dell’inizio della guerra d’indipendenza del Paese nordamericano e del 200° anniversario della sua consumazione.

Il Grito de Dolores è considerato l’avvenimento che diede inizio alla Guerra d’indipendenza del Messico.

Secondo la leggenda, nella mattinata del 16 settembre 1810, il curato di Dolores Hidalgo, Don Miguel Hidalgo y Costilla, accompagnato da Ignacio Allende e da Juan Aldama, radunò il popolo facendo suonare le campane a martello.

Una volta raccolta la popolazione davanti alla chiesa, Hidalgo, con in mano uno stendardo della Vergine di Guadalupe, pronunciò un emozionante sermone chiedendo ai suoi parrocchiani di ribellarsi all’autorità del viceré della Nuova Spagna, al termine del quale gridò: «¡Viva la Virgen de Guadalupe!, ¡Viva la América española!, ¡viva Fernando VII!, ¡abajo el mal gobierno!».

A partire da quel momento, ebbe inizio la guerra d’indipendenza, che terminò il 27 settembre 1821 con la firma del Trattato delle Tre Garanzie, con il quale si consumava l’indipendenza del Messico dalla Spagna.

La cerimonia del “grito” viene ripetuta ogni anno la sera del 15 settembre dalle autorità messicane presenti in ogni municipio del Paese e in tutto il mondo.