Seconda edizione del concorso “L’innovazione che parla italiano”

linnovazionecheparlaitaliano

Ore 16.53 – Il ministero degli Affari Esteri e PNICube —l’associazione degli incubatori universitari e delle competizioni tra idee imprenditoriali— hanno indetto la seconda edizione del concorso “L’innovazione che parla italiano”, che mira a riconoscere il valore delle startup tecnologiche all’estero gestite da cittadini del Bel Paese. L’invito a presentare candidature è rivolto ai fondatori di società che operano in Messico.

Il premio, che consisterà in una medaglia e in un diploma, verrà conferito alla startup vincitrice in occasione della prossima edizione della conferenza degli addetti scientifici 2022, alla presenza del ministro degli Esteri.

Possono candidarsi i soci di aziende fondate in Messico —i cui prodotti o servizi siano altamente tecnologici— in possesso, tra gli altri, dei seguenti requisiti: essere di cittadinanza italiana; aver ottenuto un titolo di studio di livello universitario, aver seguito almeno parte del percorso universitario o post-universitario in Italia ed essere fondatore o co-fondatore della compagnia.

I criteri di valutazione saranno basati sulla crescita della ditta, i suoi vantaggi competitivi, il contenuto tecnico-scientifico e il grado dell’innovazione proposto al mercato, oltre agli aspetti relativi alla responsabilità sociale e alle ricadute ottenute o potenziali sullo sviluppo socioeconomico dell’Italia.

Per maggiori informazioni: https://puntodincontro.mx/pdf/premio-linnovazione-che-parla-italiano.pdf