Crisi in Ucraina: la posizione del Messico

Crisi in Ucraina: la posizione del Messico

Ore 04.18 – In una riunione d’urgenza del consiglio di sicurezza, l’Onu ha sottolineato che «il rischio di un grande conflitto» in Ucraina «è reale e deve essere prevenuto a tutti i costi».

Per gli Stati Uniti quello della Russia è stato non solo «un attacco all’Ucraina», ma anche «alla sovranità di ogni Stato membro dell’Onu» che «avrà conseguenze rapide e gravi».

«Rimaniamo aperti alla diplomazia e a una soluzione diplomatica, ma non permetteremo un nuovo bagno di sangue» nel Donbass, ha detto l’ambasciatore russo all’Onu, Vassily Nebenzia. «Siamo impegnati per la strada diplomatica, ma siamo sulla nostra terra», ha replicato l’omologo ucraino, Sergiy Kyslytsya. «I confini» —ha concluso— «non cambieranno».

Nel corso della riunione il Messico, rappresentato dall’Ambasciatrice Alicia Buenrostro, ha espresso la sua posizione a favore di uno sbocco pacifico della situazione, del rispetto dell’integrità dell’Ucraina e delle risoluzioni delle Nazioni Unite.

«Nel caso in esame» —ha detto Buenrostro— «si violano tre principi fondamentali della carta delle Nazioni Unite: il divieto della minaccia o dell’uso della forza nelle relazioni internazionali, il rispetto dell’integrità territoriale e dell’indipendenza politica e il non intervento negli affari interni degli Stati».

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico