L’Ucraina richiede riunione urgente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu

L'Ucraina richiede riunione urgente del Consiglio di Sicurezza dell'Onu

Ore 17.25 – L’Ucraina «ha richiesto una riunione urgente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu» dopo che le repubbliche separatiste dell’est hanno chiesto a Vladimir Putin «assistenza militare».

Lo twitta il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba, sottolineando che la richiesta a Mosca rappresenta una «ulteriore escalation della situazione di sicurezza».

L’invasione su larga scala da parte della Russia potrebbe scattare «entro 48 ore» e l’Ucraina si prepara dichiarando lo stato d’emergenza e mobilitando i riservisti. «Il pretesto» per l’attacco, come l’ha definito la Casa Bianca, potrebbe essere la richiesta d’aiuto militare che in serata il Cremlino ha annunciato di aver ricevuto dai leader delle repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk, che si sono appellati direttamente a Vladimir Putin contro la presunta «aggressione» al Donbass da parte di Kiev.

Le forze ucraine «stanno tentando di sfondare le linee difensive della Repubblica di Lugansk», hanno denunciato poco dopo i ribelli, parlando di «violenti combattimenti» in corso.

Questa mattina il presidente del Messico Andrés Manuel López Obrador in conferenza stampa ha dichiarato: «Non vogliamo invasioni, non accettiamo che un Paese ne invada un’altro […] è contrario al diritto internazionale delle nazioni».

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico