Oggi Italia-Germania: Mancini avvia la rivoluzione

Oggi Italia-Germania: Mancini avvia la rivoluzione

Ore 06.16 – Dopo la pesante sconfitta con l’Argentina l’Italia punta a rilanciarsi oggi contro la Germania a Bologna (diretta su Rai1 alle 13,45, ora del Messico centrale. Venduti 21.000 biglietti sui 27.000 di capienza), prima delle quattro gare di Nations League in calendario entro metà giugno.

Roberto Mancini ha annunciato una rivoluzione: «Quanti cambi farò rispetto a mercoledì? Anche 20 su 20», ha detto il commissario tecnico. Vuoi per le tante importanti defezioni, vuoi per le condizioni non ottimali di alcuni titolari contro Messi e compagni (da Bonucci a Belotti) la formazione iniziale dovrebbe vedere solo la riconferma di Donnarumma, mentre in difesa la coppia di centrali sarà formata da Acerbi e Bastoni, esterni Florenzi e Spinazzola, in mediana Pellegrini, Cristante e Tonali, in avanti Politano e Pellegrini a sostegno di Scamacca.

«Nel calcio per vincere bisogna fare gol», ha ricordato Mancini sollevando il problema che sta affliggendo la Nazionale, rimasta all’asciutto in tre delle ultime quattro partite, compresa quella persa con la Macedonia a marzo, costata l’accesso al Mondiale.

«Abbiamo solo Belotti e Immobile che hanno dato tanto e ora non stanno bene fisicamente, poi c’è poco» – ha ammesso – «C’è Scamacca che ha segnato nell’ultimo campionato, ma ha fatto poche partite a livello internazionale e questo pesa. Bisogna dare ai giovani la chance di giocare e acquisire esperienza».

«Io sento ancora fiducia, anche se so come vanno le cose del calcio» – ha ammiccato Mancini – «quando vinci è tutto perfetto, quando perdi hai tutti contro».

Di sicuro il clima è di forte delusione: «Lo è non per la sconfitta di mercoledì, ma per l’altra». Il riferimento è ovviamente a quella con la Macedonia, costata il Mondiale. «Ora bisogna solo rimboccarci le maniche e trovare soluzioni, di sicuro non snatureremo i nostri principi: qualità, velocità, personalità».

E a chi ha chiesto di un ipotetico ripescaggio ha risposto come sempre: «Se succede ci andiamo, è naturale, siamo la prima squadra nel ranking non qualificata e vincitrice dell’Europeo. Ma è accaduto di rado».

Per poter vedere l’incontro dal Messico su Raiplay.it è necessario installare una VPN sul PC o sullo smartphone.

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico