50 Best Restaurants: posizioni 51-100 con 4 messicani e senza italiani

50 Best Restaurants: posizioni 51-100 con 4 messicani e senza italiani

Ore 14.02 – The World’s 50 Best Restaurants —sponsorizzato da San Pellegrino & Acqua Panna— ha svelato la classifica 2022 dei migliori ristoranti al mondo dalla posizione 51 alla 100, in vista della cerimonia di premiazione che si terrà a Londra fra una settimana, lunedì 18 luglio, con l’annuncio dell’ambitissima lista 1-50, che quest’anno celebra il ventesimo anniversario.

Nessun ristorante italiano è presente, ma sono ben 20 le novità nell’elenco stilato da una giuria di oltre 1000 esperti indipendenti con lo scopo di puntare i riflettori su un numero sempre maggiore di realtà dedicate alla cucina raffinata in tutto il mondo.

L’assenza dell’Italia brucia, ma può essere segno di buone notizie nella classifica principale che sarà annunciata lunedì prossimo.

Tra i nuovi ingressi in classifica sono presenti due ristoranti di Città del Messico: Rosetta (60) e Máximo Bistrot (89). L’unico Paese latino dell’America settentrionale è rappresentato, inoltre, da Alcalde di Guadalajara (51) e Sud 777 (52) della capitale.

Rosetta si trova in una antica residenza del quartiere Roma. La sua cucina si basa su un profondo rispetto per gli ingredienti messicani. Il menù alla carta, che cambia in modo permanente in base alla disponibilità dei prodotti, si distingue per le creazioni della chef Elena Reygadas, oltre ad altri piatti più tradizionali.

Máximo Bistrot è nato 11 anni fa come spazio per piatti con un’ampia gamma tecnica, realizzati con ingredienti messicani della migliore qualità. Un luogo caldo che trasmette passione per la cucina. Situato in Álvaro Obregón 65 bis, occupa un ampio spazio, illuminato da bagliori di luce naturale, curato dallo sguardo meticoloso di Gabriela López e con un menu costruito dai primi ricordi dello Chef Eduardo García, mentre dormiva sotto il tetto di un fienile in Ohio.

Il ristorante Alcalde di Guadalajara è nato nel 2013 sulla base di una gastronomia aperta, sincera e legata ai cicli della terra. «Facciamo una cucina viva che rispetta le stagioni dell’anno e le loro virtù» —si legge sul sito— «ricerchiamo l’eccellenza del semplice e trasferiamo il prodotto e il nostro patrimonio culinario a piatti attuali senza artifizi, solo sapore e affetto».

Il menu di Sud 777, ideato dallo chef Edgar Núñez, rappresenta una cucina messicana contemporanea di prodotti locali che spazia dalla tradizione all’avanguardia. Il ristorante si trova nel quartiere Jardines del Pedregal di Città del Messico.

Patronato ITAL Messico