I messicani a Roma: «La nostra tifoseria non è facile da demolire»

I messicani a Roma: «La nostra tifoseria non è facile da demolire»

Ore 06.31 – «Ci siamo divertiti comunque, i nostri tifosi sono allegri lo stesso, ci siamo goduti lo spettacolo, ma la telecronaca è stata di parte, ha sminuito il Messico, e questo non dovrebbe accadere, ci dovrebbe essere più imparzialità». Lo ha detto all’agenzia di stampa italiana Adnkronos —commentando la trasmissione di Lele Adani— un gruppo di amici dell’Associazione Culturale Messicana a Roma, esprimendo sgomento per la telecronaca Rai della partita Argentina-Messico che ha visto trionfare sabato scorso l’Albiceleste per 2-0 contro la compagine nordamericana guidata da Gerardo Daniel Martino.

«Era evidente che il giornalista considerava Messi il suo supereroe» -dice il portavoce del gruppo che si riunisce ogni sera a vedere le partite del Mondiale- «Posso anche capirlo, è uno dei migliori giocatori al mondo e questa partita per lui era fondamentale e non poteva perderla. Ma c’è stato un eccesso di tifo, il telecronista deve essere imparziale, così sminuisce la nostra squadra».

La tifoseria messicana, però, ci tengono a far sapere, non è facile da demolire. «Come tifo ha vinto senz’altro quello messicano. Noi siamo felici sempre, solo per il fatto di amare il calcio e i colori della nostra squadra», hanno spiegato riferendosi alla nazionale Tricolor. «C’è stata molta emozione, l’abbiamo vista tutti in gruppo. Noi siamo molto emotivi, ma c’è qualcosa nel calcio che ci spinge a cantare e a ritrovare lo spirito del nostro Paese».

E sulla partita, aggiungono: «È vero che l’Argentina ha vinto 2-0, ma all’inizio non riusciva a capire come trovare la vittoria, poi Messi ha sbloccato l’incontro».

Demoralizzati? «Per nulla» —assicurano— «continuiamo a seguirlo, a riunirci, la festa la facciamo comunque. Nelle prossime settimane canteremo e ci abbracceremo, mangeremo e faremo di tutto per essere felici, anche se non sempre va bene».

Mercoledì 30 novembre alle 13:00 (ora del Messico centrale, le 20:00 in Italia), il Tricolor affronterà l’Arabia Saudita. Per ambire alla qualificazione agli ottavi di finale, la squadra di Martino dovrà necessariamente aggiudicarsi la partita, sperando che ci sia un vincitore nell’incontro tra Polonia e Argentina, visto che l’eventuale trionfatore concluderebbe il girone al primo posto e la squadra azteca avrebbe una chance di ottenere la seconda posizione in base alla differenza reti.

Patronato ITAL Messico