Maserati tra i vincitori del Premio Italia-Messico

Maserati tra i vincitori del Premio Italia-Messico

Ore 06.48 – L’industria automobilistica è considerata uno dei settori più competitivi ed esigenti al mondo. Per questo sempre più marchi nel settore del lusso investono in tecnologia per lanciare sul mercato modelli unici e differenziarsi dalla concorrenza.

In questo contesto, Maserati —appartenente al gruppo Stellantis— è riuscita a posizionarsi come una delle migliori case automobilistiche in Messico e si è recentemente aggiudicata il Premio Italia Messico (PIM) 2022 alla piccola e media impresa.

Il riconoscimento —istituito nel 2009 dalla Camera di Commercio Italiana (CCIM)— viene concesso agli individui, aziende, associazioni e istituzioni che con la loro opera contribuiscono a rafforzare i legami tra questi due Paesi.

Durante la dodicesima cena di gala annuale del PIM —svoltasi giovedì 24 novembre presso l’hotel Live Aqua di Città del Messico— un gruppo di imprenditori e membri della società civile ha ricevuto con un lungo applauso l’unico vincitore messicano di questa edizione: Pablo Herrera , direttore generale di Maserati nel Paese. Il riconoscimento gli è stato consegnato da Lorenzo Vianello, presidente della CCIM, e dall’ambasciatore italiano in Messico, Luigi De Chiara.

Le ragioni che hanno portato la Camera di Commercio a scegliere Maserati si basano su fattori quali la qualità del prodotto, il livello di servizio, la creazione di nuovi modelli e la promozione delle relazioni commerciali tra il Messico e l’Italia. Si è tenuto conto anche della crescita del marchio, presente oggi in 27 Stati della Repubblica messicana attraverso la commercializzazione diretta e i media digitali.

«Non è un riconoscimento personale, è un riconoscimento di squadra. Il lavoro di tutti i membri del nostro marchio, che è stato trascendentale nell’industria automobilistica, rende possibile ricevere questo premio. Ora, come squadra, dobbiamo continuare con lo stesso impegno per continuare a innovare», ha detto Herrera durante la cerimonia.

Patronato ITAL Messico