Retrospettiva di Pier Paolo Pasolini a Città del Messico

Retrospettiva di Pier Paolo Pasolini a Città del Messico

Ore 05.24 – A conclusione dei cicli e retrospettive più importanti dell’anno, la Cineteca Nacional, istituzione del Ministero della Cultura del governo federale messicano, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura e l’Ambasciata d’Italia, presenta una retrospettiva dello scrittore e regista Pier Paolo Pasolini con 12 dei suoi lungometraggi e un film in collaborazione riuniti in un viaggio cronologico attraverso la sua carriera nella settima arte.

Pasolini fu un regista controverso agli occhi del pubblico per la sua ideologia di sinistra ed aperta omosessualità, caratteristiche presenti nelle sue creazioni cinematografiche, che volevano confrontare —attraverso la lirica visiva— la società con quello che l’autore considerava il suo vero volto.

Fin dal primo lungometraggio nel 1961, il poeta bolognese presentó osservazioni politiche e morali sulla profonda disuguaglianza dell’Italia della seconda metà del XX secolo, visti dalla miseria di tutti gli strati sociali, corrotti dal potere dello Stato e dalla Chiesa cattolica.

Il pessimismo, il senso esistenziale dei corpi e la violenza della società caratterizzano questa filmografia di personaggi rabbiosi e passionali, soffocati dalla modernità e dalle fruste morali, dove il sacro interferisce con il profano e la disperazione convive con profonde ferite religiose e politiche.

I film che compongono la retrospettiva saranno proiettati nella sede di Xoco da martedì 6 dicembre a venerdì 23 dicembre e i biglietti potranno essere acquistati a prezzi normali di botteghino.

L’inaugurazione avrà luogo martedì 6 dicembre alle ore 20:00. con la proiezione del film Il Decameron del 1971, recentemente restaurato dalla Cineteca di Bologna.

Prodotto da Franco Rossellini e dalla PEA di Alberto Grimaldi, Il Decameron mette in scena dieci episodi provenienti dall’omonima opera letteraria di Giovanni Boccaccio, uno tra i più importanti scrittori del Trecento italiano, che proprio con questa raccolta di 100 novelle contribuì in modo decisivo alla nascita della prosa narrativa del Bel Paese 

In occasione di questo importante appuntamento l’Istituto Italiano di Cultura prenoterà biglietti gratuiti per le prime 100 persone che inviino una mail con il proprio nome a corsi.iicmessico@esteri.it entro la mezzanotte di lunedì 5 dicembre e risponderà ai beneficiari con una conferma.

Patronato ITAL Messico