Wired lancia dal Messico un’edizione in lingua spagnola

Wired lancia dal Messico un'edizione in lingua spagnola

Ore 17.49 – La rivista Wired ha annunciato il lancio di un’edizione in lingua spagnola, con sede a Città del Messico e al servizio del pubblico ispanofono di tutto il mondo. L’edizione in spagnolo contribuirà a colmare il divario di notizie tecnologiche sul mercato, ampliando ulteriormente la portata globale della pubblicazione. Wired è pubblicata dalla casa editrice statunitense Condé Nast anche in Italia, Regno Unito, Giappone, Stati Uniti e, su licenza, in Corea del Sud.

Urbano Hidalgo è stato nominato responsabile dei contenuti editoriali della nuova edizione. Hidalgo, che attualmente ricopre il ruolo di responsabile dei contenuti editoriali di GQ Mexico and Latin America, assumerà il nuovo incarico a partire dal primo gennaio 2023. Resterà alla guida di GQ Mexico and Latin America fino all’assunzione di un nuovo responsabile dei contenuti editoriali.

«Il mondo ispanofono rappresenta un passo naturale per l’espansione internazionale di Wired», ha dichiarato Gideon Lichfield, direttore editoriale globale della rivista. «Questi Paesi» —ha aggiunto— «sono centri di innovazione che stanno attraversando una rapida trasformazione sociale, economica e politica. Tutti i temi più importanti che trattiamo a livello globale, come il cambiamento climatico, il futuro delle città, la salute pubblica, la diffusione dell’automazione e l’impatto della tecnologia sulla democrazia e sulla società civile, esistono anche qui. Urbano, che viene dalla Spagna e ha vissuto molti anni in Messico, capisce meglio di chiunque altro la straordinaria varietà di questo mondo e le questioni che stanno più a cuore al pubblico di lingua spagnola. Non riesco a immaginare una persona più adatta per questo incarico».

Patronato ITAL Messico