Pininfarina svela le Light Towers in Messico

Pininfarina svela le Light Towers in Messico

Ore 17.58 – Pininfarina Architecture, in collaborazione con la società immobiliare messicana Branson Developments, svela le Light Towers Design by Pininfarina, il primo progetto residenziale verticale in Messico firmato dallo studio internazionale di design dalle radici italiane. Le torri, che sorgeranno a Mérida, nella penisola dello Yucatan, mirano a proporre nuovi standard del vivere urbano, fungendo allo stesso tempo da catalizzatore per lo sviluppo immobiliare nella regione.

«Il nostro obiettivo primario come studio è il benessere dei futuri residenti e della comunità che beneficerà dell’edificio» —afferma Samuele Sordi, capo architetto di Pininfarina of America— «traducendo valori umano-centrici in un design elegante e intelligente. Una visione che si sposa con quella di Branson Developments che da sempre è impegnato nella realizzazione di sviluppi immobiliari sostenibili per la comunità e il territorio».

La struttura dalla forma a V sarà composta da due edifici distinti di 15 e 17 piani, collegati da una base di cinque piani. Il cuore del progetto è rappresentato da una valle verde che dalla base si estende verso l’alto, rappresentando simbolicamente il legame con le radici messicane e la spinta verso un futuro di nuove idee, nuove prospettive e di speranza per le generazioni future.

La valle verde si comporrà di terrazze sovrapposte che connettono senza soluzione di continuità la costruzione con la natura, l’ambiente interno con quello esterno. Ciascuno dei 122 appartamenti modulari, che spaziano da unità con due o tre camere da letto fino a penthouse con quattro o cinque camere da letto, sarà dotato di una terrazza privata pensata come estensione dell’area di soggiorno. La natura diventa un elemento centrale dello stile di vita in queste “ville ad alta quota” che a seconda della loro posizione rispetto al nucleo centrale biofilico, avranno dal 25% al 75% dello spazio esterno dedicato alla vegetazione.

Anche gli spazi ricreativi, aperti ai residenti, abbracciano il concetto di uno stile di vita più verde. La terrazza al secondo piano è pensato come uno spazio di aggregazione all’aria aperta e includerà una piscina, un’area di lavoro collaborativo e oltre 270 metri quadrati dedicati al benessere fisico con Spa, palestra e area giochi per bambini. Anche il settimo e l’ottavo piano saranno dedicati allo svago con stanze affittabili per eventi privati, sale cinema, una cucina in condivisione e due bar sulla terrazza, uno pensato per gustare un buon cocktail alla sera e l’altro specializzato in succhi di frutta e tè freschi energizzanti.

Gli interni saranno caratterizzati da una gamma di colori luminosa, prendendo spunto dalle tonalità del luogo e dalle sfumature reminiscenti delle tradizioni culturali. Tutti i materiali sono di origine locale, inclusi il gesso e il cemento, riducendo l’impatto ambientale della costruzione e supportando l’economia.

«Siamo entusiasti di collaborare con Pininfarina Architecture nello sviluppo di un progetto che riflette il futuro del residenziale nella nostra città e che rende onore al nostro patrimonio culturale. Siamo estremamente orgogliosi di costruire questo iconico punto di riferimento nello Yucatan», commenta Juan Soto, responsabile dei progetti di Branson Developments.

Le Light Towers sorgeranno in una posizione strategica appena a nord del centro di Mérida, a poca distanza dal nuovo edificio che presto ospiterà il Consolato statunitense, nel cuore di quella che è considerata la seconda città più sicura del continente americano dopo Quebec City. A piedi si potranno raggiungere negozi, cinema, scuole, università, ristoranti e supermercati e le connessioni più veloci per raggiungere la vicina spiaggia di Progreso.

L’inizio dei lavori è previsto per luglio 2022, mentre la costruzione degli edifici inizierà nell’agosto 2022. Una volta completate, le Light Towers saranno le prime torri residenziali firmate da Pininfarina in Messico (Paola Cassola – pambianconews).

ENIT - Agenzia Nazionale del Turismo
Patronato ITAL Messico